fbpx
Sorical premia studenti con gita alla diga del Menta 38 1 900x600
Notizie

Sorical premia studenti con gita alla diga del Menta

Circa 70 studenti, accompagnati dai docenti, degli Istituti Compresivi di Falerna, Nocera Terinese, Martirano Lombardo e Gizzeria hanno visitato questa mattina la Diga del Menta nel cuore del Parco dell’Aspromonte. Ospiti della Sorical, i ragazzi sono stati premiati nell’ambito di un’iniziativa di sensibilizzazione sul corretto utilizzo dell’acqua potabile promossa dal Rotary Club Reventino in collaborazione con la società idrica. L’iniziativa, “Acqua è Vita” ha visto la partecipazione di tutte le classi degli istituti, invitate, alla fine del percorso, a presentare degli elaborati sul risparmio idrico. I lavori interdisciplinari, alcuni anche multimediali, sono stati premiati nei giorni scorsi nell’ambito di un’iniziativa scolastica e Sorical, su iniziativa del commissario Luigi Incarnato, ha messo in palio il viaggio di istruzione alla diga del Menta.
A accogliere gli studenti a Gambarie anche due guide messe a disposizione dal Parco dell’Aspromonte che hanno accompagnato i ragazzi in un percorso didattico sulle bellezze naturalistiche dell’Aspromonte e dell’area dove insiste l’invaso, nel comune di Roccaforte del Greco.
Personale tecnico della Sorical, che opera sulla diga, ha illustrato la complessa macchina gestionale dello schema acquedottistico Menta che, da ottobre, alimenta la città di Reggio Calabria.
“L’acqua è un bene pubblico che va preservato perché la disponibilità non è illimitata” – afferma il commissario della Sorical Luigi Incarnato. “Evitare gli sprechi è un dovere civico e morale che dobbiamo trasmettere le nuove generazioni affinché si facciano promotori all’interno delle famiglie di una forte campagna di sensibilizzazione.”
Il presidente del Rotary Reventino, Giuseppe Sirianni, nel ringraziare i docenti e i dirigenti scolastici per la collaborazione, si congratula con Sorical per la fattiva collaborazione alla riuscita dell’iniziativa.

S. Caterina sullo Jonio, Sorical supporta il Comune e trova soluzione a crisi idrica 33 1 900x600
Notizie

S. Caterina sullo Jonio, Sorical supporta il Comune e trova soluzione a crisi idrica

Mesi di misurazioni e interventi di ingegnerizzazione sulla rete idrica hanno permesso di superare la grave crisi idrica che da oltre un anno interessava il centro abitato di Santa Caterina sull’Jonio. Il sindaco Francesco Severino, nei mesi scorsi, in piena emergenza, si è rivolto a Sorical per avere un supporto tecnico ed operativo al fine di consentire a meno di un migliaio di cittadini di poter usufruire dell’acqua potabile.
I risultati ottenuti, a seguito dei lavori eseguiti da Sorical, sono stati illustrati nella sede del consiglio comunale dall’ingegnere Paolo Mainieri, dal commissario di Sorical Luigi Incarnato e dagli ingegneri Sergio De Marco, responsabile dell’area Operativa, e Massimo Macri, responsabile del Compartimento Centro.
Il centro storico di Santa Caterina è approvvigionato, esclusivamente, da pozzi comunali, entrati in crisi per carenza di risorsa idrica, mentre la Marina, più popolata, è servita dagli impianti Sorical. I tecnici della Sorical hanno prima studiato la rete e provveduto ad effettuare una video ispezione e manutenzione straordinaria sui tre pozzi comunali. E’ stato installato una nuova pompa di emungimento ed un nuovo quadro elettrico per evitare che, come riscontrato, le scariche elettriche continuassero a mandare in tilt il campo pozzi.
Inoltre è stato messo in esercizio un bottino di riunione dell’acqua potabile lungo la linea tra i pozzi e il serbatoio per la ricezione anche di acqua sorgentizia. Sul fronte della distribuzione è stato cambiato assetto, separando i due serbatoi e facendo in modo che il serbatoio più alto in quota alimentasse il più piccolo, stabilizzando di fatto il carico idraulico sulla rete interna. E’ stata effettuata una massiccia ricerca perdite tanto sulle condotte di adduzione che sulla rete interna.
I risultato sono più che soddisfacenti. Oggi bastano solo 2 pozzi sui 4 disponibili per soddisfare la popolazione residente in centro e nelle frazioni di campagna.
Gli altri due pozzi saranno attivati in estate, quando la popolazione aumenta sensibilmente, con una prevalenza di stranieri.
Inoltre una specifica apparecchiatura idraulica è stata prevista in via Porta dell’Acqua, all’ingresso del paese, al fine di gestire la pressione e consentire recuperi di risorsa nelle ore notturne a beneficio della distribuzione diurna.
“Anche qui a Santa Caterina abbiamo dimostrato che con investimenti mirati, tecnologia e l’alta professionalità dei tecnici Sorical, le risposte per i cittadini sono più che soddisfacenti”, ha detto il commissario Incarnato. “La Calabria sconta un grave ritardo nell’organizzazione del servizio idrico integrato, Sorical ha tutte le competenze per diventare il soggetto gestore della Calabria”.

Il Comune di Catanzaro aderisce al progetto “Cantiere Abatemarco” sul servizio idrico integrato 32 1 900x600
Notizie

Il Comune di Catanzaro aderisce al progetto “Cantiere Abatemarco” sul servizio idrico integrato

Il Comune di Catanzaro aderisce al progetto “Cantiere Abatemarco” per il governo e gestione del servizio idrico integrato. Lo ha deciso il sindaco Sergio Abramo al termine di un incontro con il Commissario della Sorical Luigi Incarnato avvenuto nella sede della Provincia di Catanzaro alla presenza dei dirigenti del Comune Giovanni Laganà e Guido Bisceglia.
Il Comune formalizzerà la richiesta di adesione nei prossimi giorni.
L’esigenza di anticipare l’attività del soggetto gestione del servizio idrico integrato, previsto da due leggi dello Stato 36/94 e del Codice dell’Ambiente 152/2016 e ancora in Calabria non pienamente applicate, nasce dalla crisi idrica dell’estate del 2017 che ha fatto emergere eccessive perdite idriche ed economiche delle gestioni comunali. Criticità che si riflettono sugli investimenti da tariffa e qualità del servizio erogato.
Con delibera di giunta n°447 dell’11 ottobre 2018 è stato approvato dalla Giunta Regionale lo schema di protocollo di intesa tra Regione, Autorità Idrica della Calabria, Sorical e Comuni al fine di creare una forte sinergia politica-tecnica-amministrativa volta ad assicurare la gestione del servizio idrico integrato tra i 25 comuni alimentati dall’Acquedotto Abatemarco. La stessa delibera stabilisce che i perimetri territoriali possono essere anche diversi, su richiesta dei singoli Comuni e per manifesta volontà dell’Autorità Idrica Calabrese e della Sorical.
Le attività del progetto “Cantiere Abatemarco” consistono:
Regolazione del servizio attraverso la redazione di un “regolamento unico di somministrazione di acqua potabile, redazione di un contratto di utenza, verifica della tariffe applicate ed elaborazione della tariffa del servizio idrico integrato”;
Ricognizione attraverso l’acquisizione, verifica, integrazione dei dati di utenza; organizzazione dei percorsi di lettura nell’aree urbane, verifica e lettura dei contatori, bilancio idrico, acquisizione storica dei consumi.
Fatturazione attraverso la lettura dei contatori, calcolo degli importi da fatturare, emissione delle fatture intestate al Comune e relazione con l’utenza.
Incasso: nelle more dell’individuazione del soggetto gestore, le somme incassate restano di pertinenza dei Comuni, fatte salve le quote spettanti a Sorical per la fornitura di acqua.
Il commissario Incarnato ha fatto presente al sindaco Abramo, che la Calabria è l’unica regione d’Italia che non ha adeguato la gestione del servizio idrico alle norme nazionali, un ritardo di 25 anni che sta compromettendo la qualità del servizio e aumentando il numero dei Comuni in dissesto finanziario.
Le risorse sono allocate nel Por Calabria 2014/2020 e nel Patto per la Calabria ed ammontano a circa 30,9 milioni di euro per i Comuni Capoluogo e 64 milioni di euro per i comuni superiori a 5000 abitanti dal Patto per la Calabria.

Sorical racconta all’Unical le grandi opere della Casmez 31 1 900x600
Notizie

Sorical racconta all’Unical le grandi opere della Casmez

Su invito del Prof. Paolo Veltri, ordinario di costruzioni idrauliche, e del prof. Attilio Fiorini Morosini, professore di Acquedotti e Fognature presso il Dipartimento di Ingegneria civile dell’UNICAL, l’Ing. Sergio De Marco, Direttore area operativa della SORICAL, ha tenuto nella giornata di oggi un seminario dedicato agli studenti del corso di laurea magistrale in ingegneria civile.
Due ore fitte in cui 50 studenti attenti hanno ascoltato il racconto di quello straordinario periodo tra gli anni ‘50 e ‘80 del
secolo scorso che vide la Cassa per il Mezzogiorno realizzare un grandissimo insieme di grandi, in alcuni casi grandiose, infrastrutture che fecero si che tutte le città e tutti i paesi della Calabria avessero un moderno servizio idropotabile. L’Ing. De Marco ha illustrato il modello di gestione operativa messo in atto dal 2004 dalla SORICAL ed ha mostrato con video, fotografie e dati analitici il grande lavoro che negli anni recenti ha portato SORICAL al completamento di alcune grandi infrastrutture che lo scioglimento della CASMEZ aveva lasciato come grandi incompiute: il raddoppio dell’acquedotto Abatemarco, la diga sul fiume Alaco e la diga sul T. Menta. SORICAL crede moltissimo nel sostenere un legame di formazione e scambio tra la sua realtà industriale e il mondo della scuola e dell’Università.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archivie o dal dacquando il browser, sotto forma di biscotti. Controlla qui i servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookie tecnici necessari: %s.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Per motivi di perfomance, utilizziamo Cloudflare come rete CDN. Questo salva un cookie "__cfduid" per applicare le impostazioni di sicurezza per ogni client. Questo cookie è strettamente necessario per le funzionalità di sicurezza di Cloudflare e non può essere disattivato.
  • __cfduid

Utilizziamo Quform Plugin per tutti i moduli di contatto sul nostro sito web. Questo memorizza un token di sicurezza.
  • quform

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi