fbpx
Home In Primo Piano Notizie

Approvato il Bilancio 2023. Oltre 9 milioni di euro di investimenti

L’assemblea dei Soci della Sorical ha approvato il Bilancio di esercizio 2023. L’amministratore unico della società Cataldo Calabretta, alla presenza di componenti del Collegio Sindacale, ha illustrato al socio Regione Calabria, i dati contabili: Il Valore della Produzione si è attestato a 122,8 milioni di euro. I costi di produzione hanno registrato nel 2023 una riduzione di 18 milioni di euro per effetto, prevalentemente, del calo della bolletta elettrica passata da 63,8 milioni di euro del 2022 a 43 milioni di euro del 2023; Significativi sono i  dati del Mol (Margine operativo lordo) pari a 34,9 milioni di euro e del Risultato operativo di 6,3 milionicon l’Utile di esercizio di 0,8 milioni di euro.   Nel corso del 2023, primo anno operativo dopo l’uscita dalla procedura di liquidazione, la società effettuato investimenti pari a 9,3 milioni di euro, dei quali merita rilievo lo Smart Water Innovation di 5.5 milioni di euro a valere sul Programma Operativo FESR Calabria 2014_2020. Tale investimento si è reso necessario affinché Sorical, da gestore delle fonti di approvvigionamento, dal 2023, in quanto Soggetto Unico Gestore del Servizio Idrico Integrato in Calabria, potrà procedere alla gestione, secondo il piano di acquisizione pluriennale definito con ARRICAL, dell’intera rete di distribuzione idrica sino all’utenza finale, oltre che della rete fognaria e dei sistemi depurativi.
Home In Primo Piano Notizie Servizio Idrico Integrato

Servizio idrico a Reggio, Sorical a Unc : “Azioni trasparenti a tutela degli utenti”

“Le azioni messe in campo da Sorical, ad un anno dal subentro nella gestione del servizio idrico di Reggio Calabria, sono tutte improntate alla trasparenza, alla sostenibilità del servizio e a garanzia degli utenti”. E’ quanto replica la Sorical alle dichiarazioni rese alla stampa dall’Unione nazionale consumatori. Ciò è dimostrato dai fatti: Sorical ha convocato le associazioni dei consumatori, inclusa L’unione nazionale (che però non ha risposto alla convocazione), con le quali ha condiviso e pubblicato e la Carta del servizio ed ha anche sottoscritto con tutte le associazioni sedutesi al tavolo un protocollo per la conciliazione paritetica (che si può scaricare nel sito web della societàwww.soricalspa.com) che si aggiunge agli strumenti previsti dalla normativa a tutela degli utenti. “Non corrisponde al vero – afferma la Sorical – che le bollette inviate ai cittadini reggini siano calcolate con consumi presunti, Sorical, come primo atto gestionale, ha immediatamente effettuato, attraverso i propri incaricati, oltre 50.000 letture sulle circa 65.000 utenze oggetto di fatturazione, prevedendo, per quegli utenti che erano assenti al momento della lettura, il rilascio nella buca della posta di un preavviso di nuovo tentativo di lettura oltre ad indicare le modalità di autolettura. Sorical, come è riportato nelle bollette consegnate agli utenti reggini e sul portale internet della società, ha infatti messo a disposizione uno strumento molto agile e apprezzato, un numero Whatsapp per l’autolettura utilizzato da migliaia di utenti per regolarizzare la propria posizione e un numero verde per contattare l’ufficio commerciale per fornire tutti i chiarimenti e raccogliere eventuali reclami. I risultati sono quindi stati molto positivi, visto che oltre il 75% delle fatture sono basate sui consumi effettivi e per il restante 25% si è proceduto, come previsto dalla norma, ad effettuare i tentativi di lettura. Ad oggi sono qualche migliaio i reclami presentati e riscontrati dai nostri uffici. Inoltre sono stati già installati circa 1500 contatori digitali con lettura istantanea.  Riguardo, invece, la gestione della morosità, Soricaltranquillizza UNC sul fatto che venga rispettata la normativa nazionale fissata dall’autorità ARERA che prevede, anche a tutela dei cittadini che pagano regolarmente il servizio, l’attuazione di una procedura che parte dall’avviso bonario, per poi attivare la diffida e messa in mora, la limitazione del servizio e in ultima analisi la sospensione, con conseguente aggravio di spese per l’utente moroso. Peraltro, trattandosi di nuovo gestore del servizio la morosità non riguarda lunghi periodi ma semplicemente le fatture ordinarie del 2023 e a tal fine invita gli utenti a provvedere al pagamento regolare proprio al fine di evitare l’attivazione delle procedure di gestione della morosità. Infine, a tutela delle fasce deboli della popolazione, Sorical ha attivato, per la prima volta, le procedure per riconoscere il Bonus Idrico (50 litri abitante al giorno) che gli utenti devono richiedere all’Inps nonché la possibilità di richiedere rateizzazione del debito per come previsto dalle norme regolamentari. Ogni azione intrapresa dalla Sorical è a tutela degli utenti che – come sottolineato anche dall’Unione nazionale dei consumatori – sono tenuti a pagare il servizio che ricevono dalla Sorical.”  
Home In Primo Piano Notizie Servizio Idrico Integrato

Sei tavoli tecnici per subentro di Sorical a Congesi

Sei distinti tavoli tecnici porteranno in poche settimane ad un accordo operativo ed entro l’estate all’ingresso di Sorical nella gestione del servizio idrico del crotonese: questa mattina nella sede di Congesi la prima riunione tra i vertici della Sorical e del consorzio crotonese per affrontare gli aspetti tecnici ed organizzativi per il subentro. Il presidente di Congesi, Claudio Liotti, nell’introdurre la riunione ha evidenziato il cambio di passo di questi ultimi mesi nella costruzione, attraverso Sorical, del servizio idrico integrato della Calabria, ricordando che Congesi, nato nel 2016, avrebbe dovuto avere solo 3 anni di gestione transitoria e così non è stato. La lentezza con cui si è gestita la fase di costruzione dell’ente d’ambito e dell’individuazione del gestore e dell’affidamento ha fatto perdere altro tempo alla Calabria. La costituzione di Arrical e l’affidamento del servizio idrico integrato a Sorical hanno cosentito alla Calabria una forte accelerazione del processo riformatorio voluto dal presidente della Regione Roberto Occhiuto. “La riunione di oggi è stata molto positiva – ha detto l’amministratore unico della Sorical Cataldo Calabretta – perché ci consente di entrare negli aspetti tecnici e commerciali e individuare le tutte le criticità per migliorare il servizio in questi 14 Comuni del crotonese”.  Il direttore generale della Sorical Giovanni Paolo Marati ha esposto la mission di Sorical e insediato i tavoli tecnici per l’area commerciale, tecnica (idrico,v fogna e depurazione), amministrativa, risorse umane, informatica e legale. Ora saranno i tecnici a vagliare tutte le ipotesi di integrazione e transizione della gestione verso il gestore unico che sarà definito con un accordo operativo tra le parti.  Le infrastrutture dei 14 Comuni del Congesi sono 6 impianti di potabilizzazione, 13 impianti di depurazione e la gestione di 54 mila utenze attive. Alla riunione erano presenti rappresentanti del CDA e del Collegio Sindacale di Congesi, per il Comune di Crotone, l’assessore al Bilancio, Antonio Francesco Scandale ed il responsabile settore Ambiente Danilo Pace oltre ai responsabili di area delle due società.
Home In Primo Piano Servizio Idrico Integrato

7 distretti e 4 macroaree di investimenti, il piano operativo di Sorical

Sette distretti regionali, 4 aree di investimento, digitalizzazione spinta delle fasi di gestione e controllo del sistema idrico calabrese: è questa la strategia messa in campo dal managementdella Sorical per arrivare in pochi anni ad una gestione efficiente di tutto il servizio idrico calabrese. A Catanzaro, organizzato da Sorical e Energia Media si è tenuto un primo incontro alla presenza di rappresentanti del Ministero per l’Ambiente e la Sicurezza Energetica, di enti come Enea e Cursa, di utility nazionali come Acquedotto Pugliese, A2A, Gruppo Hera e Water Alliance Lombardia; oltre a numerose imprese tecnologiche che durante i lavori di Catanzaro hanno fornito lo stato dell’arte del settore per quanto riguarda innovazione e buone pratiche. Al tavolo anche Regione Calabria, Arrical, il ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica e Arera, l’autorità nazionale di regolazione del servizio. L’iniziativa si colloca all’interno di un progetto più ampio per la costituzione in Calabria di un laboratorio permanente in grado di portare al settore idrico il massimo livello d’innovazione possibile da qui al 2026; con un ponte diretto al rapporto con energia e ambiente, anche per rispondere alla possibilità di accedere con adeguata progettualità a finanziamenti pubblici e privati, PNRR compreso.  “Partire per ultimi in Italia ci consente di accedere a tecnologienuove, già collaudate dai grandi gestori e farne tesoro” – ha spiegato l’amministratore unico della Sorical Cataldo Calabretta illustrando le fasi che hanno portato in meno di due anni, dopo oltre 30 anni di ritardi, ad avere anche in Calabria un gestore industriale affidatario della gestione per il servizio idrico integrato secondo la normativa nazionale e comunitaria. Il direttore generale di Sorical, Giovanni Paolo Marati ha spiegato la nuova struttura organizzativa: 7 distretti operativi regionali che sarà impegnata ad acquisire in pochi anni la gestione del servizio idrico di tutti i 404 comuni della Calabria, privilegiando nella fase iniziale le fasce costiere con maggior impatto turistico per un livello di servizio che deve considerare incrementi di popolazione estiva in alcuni casi moltiplicati per 10. Sorical ha pianificato 4 macroaree di investimento (ingegnerizzazione, metering, qualità della risorsa, lavori per la riduzione delle perdite e l’efficientamento di reti e impianti) con l’obiettivo di arrivare in pochi anni ad una maggiore efficienza del servizio e al rinnovo degli asset del servizio. Il Piano prevede un graduale subentro in un arco temporale triennale 2024 – 2026 per i primi 157 Comuni ed il subentro ai rimanenti 247 dal 2027 in poi. Gli interventi seguiranno un piano strategico, che parte, per integrarli ed estenderli, dai progetti di ingegnerizzazione in corsoda parte della Regione con un nuovo progetto denominato Water Resorce Development System, che va nella direzione di una digitalizzazione spinta di tutte le fasi del sistema idrico calabrese; comprenderà il rilievo delle reti, il bilancio idrico attraverso l’installazione della misura di processo e di utenza, la modellazione idraulica e la distrettualizzazione delle reti, la ricerca ed eliminazione delle perdite ed un’indagine sulle qualità delle acque distribuite dai comuni. L’investimento medio previsto per abitante per questi specifici progetti della durata di circa 3 anni sarà di 156 euro (in media circa 52 euro/anno), contro i 4 euro/anno per abitante delle attuali gestioni in economia. Questo primo incontro si è concentrato sul tema Smart Meter; dopo l’introduzione di contatori elettronici nei settori elettrico e gas, sia per le infrastrutture afferenti a grandi portate fino all’installazione nelle case dei cittadini, si comprende bene di quale rivoluzione si stia parlando. Si tratta infatti di apparecchi in grado non solo di contabilizzare con puntualità l’acqua gestita ma di produrre dati da trasformare in informazioni indispensabili per conoscere in profondità le proprie reti a supporto di decisioni strategiche e operative. Strumenti di consapevolezza per il gestore, in tema di perdite per esempio, ma pure per gli utenti per certezza dell’acqua consumata e da pagare, sia a tutela di una risorsa sempre meno disponibile come quella idrica. Il confronto aperto da Sorical ha dato dunque il via a relazioni con imprese, centri di ricerca, regolatori e utility nazionali, su temi avanzati che necessariamente faranno evolvere le competenze di figure professionali addette al servizio in Calabria. Parlare di Smart Meter significa inoltre conoscere a fondo le tecnologie abilitate dalle reti di telecomunicazione per scambiarsi dati, utili peraltro all’evoluzione di una serie di servizi che sempre più impatteranno in positivo su città, centri minori, aree turistiche o montane. Un ambito quello degli Smart Meter che si legherà sempre più all’intelligenza artificiale e al presidio virtuoso in termini di cyber security, temi che saranno approfonditi da uno dei prossimi tavoli di lavoro proposti da Sorical.  Il direttore generale del Dipartimento Territorio e Tutela dell’Ambiente della Regione Calabria Salvatore Siviglia, presente anche il dirigente al servizio idrico integrato Pietro Cerchiara, ha insistito sulla convergenza delle istituzioni sugli obiettivi di accelerare processi in grado di portare servizi di maggior qualità ai cittadini, anche al fine di rendere il territorio calabro sempre più attrattivo e capace di sviluppo in termini di sostenibilità sociale, economica e ambientale. L’incontro, al quale ha preso parte anche il direttore del servizio idrico integrato dell’autorità Risorse Idriche e Rifiuti della Regione Calabria (ARRICAL) Pietro Oliverio, si è chiuso con l’intervento di Elena Gallo, Vicedirettore Direzione Investimenti e Sostenibilità Ambientale (DISA) e Responsabile Unità Programmazione Qualità Tecnica, Risorsa idrica e Misura di ARERA, Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente. Una presenza importante a fianco di Sorical e delle istituzioni regionali, a conferma che sviluppo, innovazione e regolazione possono trovare effetto in tempi consoni all’urgenza del tema e consenso tra stakeholders, quando sono in grado di procedere in modo concertato.  
Avvisi all'utenza Home In Primo Piano Notizie

Continuano le letture dei contatori idrici degli utenti di Reggio Calabria. Ecco il nuovo calendario a partire da lunedì 4 dicembre fino a venerdì 8 dicembre

Avvisi all'utenza Home In Primo Piano Servizio Idrico Integrato

Nuova e-mail per la gestione delle informazioni commerciali

Da oggi per gli utenti del servizio idrico integrato della città di Reggio Calabria è attiva la seguente e-mail gestione.clienti@soricalspa.it utilizzabile per chiedere tutte le informazioni e le richieste commerciali come : Inoltro modello Nuovo contratto (prima attivazione) Inoltro modello variazioni contrattuali (voltura, voltura mortis causa, cessazione, riattivazione, sostituzione contatore, ecc). Inoltro modello variazioni dati contrattuali Inoltro modello domiciliazione Richiesta variazione tariffaria Richiesta bolletta Richiesta Iban
Avvisi all'utenza Home In Primo Piano Notizie

Continuano le letture dei contatori idrici degli utenti di Reggio Calabria. Ecco il nuovo calendario a partire da lunedì 27 novembre al 2 dicembre

Home In Primo Piano Notizie

LA RIVOLUZIONE DIGITALE ENTRA IN SORICAL, AD ECOMONDO LA PRESENTAZIONE DEL PIANO DI COMPLETA DIGITALIZZAZIONE DELLA GESTIONE INTEGRATA DELLE RETI IDRICHE

Da mesi l’area It della Sorical è impegnata nell’implementazione del progetto di digitalizzazione e trasformazione dei servizi a supporto della distribuzione dell’acqua potabile.  L’investimento, finanziato da fondi Por Calabria, ha l’obiettivo di garantire un miglioramento continuo di valorizzazione della risorsa idrica per l’intero ciclo integrato, ottimizzandone l’uso, e svolgendo attività di ricerca e minimizzazione delle perdite ed incrementando la qualità. Il progetto sarà presentato nel corso di ECOMONDO 2023 che si svolgerà a Rimini dal 7 al 10 novembre in Fiera a Rimini, manifestazione leader nell’area del Mediterraneo per l’economia circolare.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare alcuni dati dal browser, sotto forma di cookie. Controlla qui i servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookie tecnici necessari: %s.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi