fbpx
Magisano, aperto il cantiere per la messa in sicurezza delle vasche Acquedotto Simeri Passante Vasche di demodulazione di Magisano 02 900x600
Home In Primo Piano Notizie

Magisano, aperto il cantiere per la messa in sicurezza delle vasche

Sono partiti i lavori di consolidamento delle pareti rocciose a valle delle vasche di demodulazione di Magisano. L’intervento è uno dei tre previsti sullo schema acquedottistico Simeri-Passante per la messa in sicurezza di tutto il sistema di adduzione al servizio della città di Catanzaro e dei Comuni di Sersale, Simeri Crichi, Sellia Marina e Cropani.L’impresa aggiudicataria dell’intervento ha preso possesso dell’area e da alcuni giorni sta costruendo le piste di accesso al cantiere. L’intervento, sollecitato da Sorical, metterà in sicurezza le vasche che raccolgono l’acqua rilasciata dalla diga del Passante e l’impianto di rilancio che alimenta la lunga condotta che porta l’acqua grezza all’impianto di potabilizzazione di Santa Domenica. L’investimento, finanziato dalla Regione Calabria con un importo di 2.4 milioni di euro, è inserito nell’Accordo di programma quadro “Tutela delle acque e Gestione integrata delle risorse idriche” (DCipe 142/1999). Il contratto di appalto prevede 200 giorni di durata dei lavori, condizionati dalla portata dell’acqua del Fiume Alli.
A Fabrizia, in esercizio nuovo tratto di condotta idrica d692e975 1c60 443a ac64 6cbe63c4c8dc 900x600
Home In Primo Piano Notizie

A Fabrizia, in esercizio nuovo tratto di condotta idrica

Entrerà in esercizio tra pochi minuti la nuova condotta dell’acquedotto Alaco che alimenta i serbatoi di Fabrizia dal partitore Caterinella. Una squadra operativa dalla Sorical ha prima posato oltre 200 metri della nuova condotta condotta e poi effettuato i collegamenti per escludere il tratto ammalorato. Negli ultimi due anni, attraverso un programma di investimento con risorse da tariffa, Sorical sta sostituendo alcuni tratti di condotta giunti a fine esercizio. Complessivamente Sorical ha in gestione circa 6.000 km di condotte acquedottistiche.
Su Catanzaro c’è solo una verità img 4611 900x600
Home In Primo Piano Notizie

Su Catanzaro c’è solo una verità

Tecnici della Sorical controllano portata di uno dei Pozzi Corace“C’è solo una “cruda verità”: abbiamo fatto ciò che era possibile, ora tocca al Comune di Catanzaro fare il resto”. Sorical replica all’assessore ai lavori pubblici Franco Longo; da settimane scarica sulla società idrica regionale responsabilità gestionali che la società respinge al mittente. L’ultima in ordine di tempo è “l’assenza di acqua potabile nel rione Buda di Catanzaro, salvo scoprire che il Comune aveva sostituito un tratto di condotta e, probabilmente, si era dimenticato di riaprire le saracinesche.” “Negli ultimi giorni Sorical – è scritto nella nota – venendo meno ad un principio di corretta gestione delle riserve idriche e per assecondare una “folle” richiesta di maggiore acqua, ha potenziato l’emungimento di alcuni pozzi fino al limite massimo possibile. Tale manovra, storicamente, veniva fatta nella settimana di Ferragosto, un periodo limitato, comprensibile vista la domanda proveniente dalle maggiori presenza turistiche. Al momento, l’impianto Corace eroga 197 litri al secondo a cui si aggiungono 16 l/s della sorgente Maricello, di questi 108 l/s esclusivamente nella zona S. Maria, 43 l/s a Verghello, 11 l/s a Monte Napoli, 13 l/s alla Policlinico universitario e 4 l/s alla Cittadella. Per Sorical, continuare a sfruttare le risorse idriche e sovralimentare Catanzaro, quando solo dal serbatoio Corvo di notte, quando tutti dormono, si perdono 40 l/s che corrispondono al soddisfacimento di una popolazione di 25.000 abitanti . Tutto questo è semplicemente assurdo. Complessivamente Sorical sta erogando alla città di Catanzaro acqua per una popolazione di 200 mila abitanti, a cui si aggiungono anche le risorse idriche proprie, con enormi consumi elettrici e lo sfruttamento improprio delle falde. Sorical dunque ribadisce che è necessario sensibilizzare e censurare usi impropri e verificare dove vada a finire tutta quest’acqua potabile che, ribadiamo, non è illimitata.Il partitore dove arriva il flusso dell’acqua emunta dai 9 pozzi a Corace
Revamping impianto di sollevamento Montepaone/Montauro cc70de7f 2bba 4992 b974 84f068c27400 900x600
Home Notizie

Revamping impianto di sollevamento Montepaone/Montauro

Notizie

3 milioni di euro per sostituzione condotte ammalorate/ Catanzaro

Sorical ha aperto i cantieri in tutte le cinque province della Calabria per la sostituzione condotte adduttrici ammalorate. Un investimento di oltre 3 milioni di euro per eliminare le criticità più evidenti che hanno creato negli ultimi mesi continui disservizi.  In particolare i tecnici della Sorical hanno pianificato gli interventi su quei tratti di condotta dove le rotture erano frequentissime. Per la provincia di Catanzaro, sono stati già aperti i cantieri sull’acquedotto che serve Sellia Marina, a seguire gli altri intervento sono a beneficio dei comuni di Gimigliano e Tiriolo; Sull’acquedotto Tacina per Botricello; sulla rete di grande adduzione per Cropani Superiore, Soveria Simeri e Simeri Crichi, San Sostene e S. Andrea sullo Jonio. Con questa prima fase di interventi i tecnici della Sorical contano di attenuare i disservizi a causa della vetustà della condotte

Notizie

Investimenti di 3 milioni di euro per sostituzione condotte/Vibo

Sorical ha aperto i cantieri in tutte le cinque province della Calabria per la sostituzione condotte adduttrici ammalorate. Un investimento di oltre 3 milioni di euro per eliminare le criticità più evidenti che hanno creato negli ultimi mesi continui disservizi.  In particolare i tecnici della Sorical hanno pianificato gli interventi su quei tratti di condotta dove le rotture erano frequentissime. Per la provincia di Vibo sono previste sostituzioni di condotte degli acquedotti che alimentano i Comuni di Joppolo, Gerocarne, Serra San Bruno, Arena, Ricadi, Tropea e Vibo, frazione Porto Salvo.

Notizie

Investimenti di 3 milioni di euro per sostituzione condotte/Reggio Calabria

Sorical ha aperto i cantieri in tutte le cinque province della Calabria per la sostituzione condotte adduttrici ammalorate. Un investimento di oltre 3 milioni di euro per eliminare le criticità più evidenti che hanno creato negli ultimi mesi continui disservizi.  In particolare i tecnici della Sorical hanno pianificato gli interventi su quei tratti di condotta dove le rotture erano frequentissime.
Riguardo la provincia di Reggio Calabria, sono in fase di completamento le sostituzioni di condotte nei Comuni di Laganadi e Calanna, dove si sta rifacendo completamente la rete di grande adduzione degli acquedotti “Per Laganadi” e “Per Calanna”. Nei prossimi giorni il cantiere si sposterà: nella Piana di Gioia Tauro per sostituire un tratto di condotta di 600 metri dell’Acquedotto Alaco al servizio dei Comuni di Cittanova e Polistena; a Gerace, sull’acquedotto che alimenta il Centro Storico e la frazione “Azzurria”; A Bovalino per sostituire il tratto tra Bovalino Marina e Bovalino Superiore, per una lunghezza di 1,1 km.

Notizie

Investimento di 3 milioni per sostituzione condotte/Crotone

Sorical ha aperto i cantieri in tutte le cinque province della Calabria per la sostituzione condotte adduttrici ammalorate. Un investimento di oltre 3 milioni di euro per eliminare le criticità più evidenti che hanno creato negli ultimi mesi continui disservizi.  In particolare i tecnici della Sorical hanno pianificato gli interventi su quei tratti di condotta dove le rotture erano frequentissime.
Riguardo la provincia di Crotone, ad oggi,  sono stati eseguiti alcuni interventi a Steccato di Cutro per la sostituzione di  500 m di tubazione del dn 200. Adduttrice sollevamento per Belcastro zona mare e Botricello.
Il progetto è compreso nel piano di investimento di Sorical 2017/2018 per l’ammodernamento delle infrastrutture idropotabili della Calabria.

Notizie

Investimento di 3 milioni per sostituzione condotte/Cosenza

Sorical ha aperto i cantieri in tutte le cinque province della Calabria per la sostituzione condotte adduttrici ammalorate. Un investimento di oltre 3 milioni di euro per eliminare le criticità più evidenti che hanno creato negli ultimi mesi continui disservizi.  In particolare i tecnici della Sorical hanno pianificato gli interventi su quei tratti di condotta dove le rotture erano frequentissime.
Riguardo la provincia di Cosenza, ad oggi,  sono stati eseguiti alcuni interventi sullo schema idraulico Sila Greca di gestione della sede zonale di Cosenza, a servizio della popolazione del Comune di Luzzi e Rose:

 
Località Piano Lepre e Guttaro nel Comune di Luzzi; Sempre sullo schema idraulico Sila Greca sono in corso i lavori per un tratto di circa 1,6 km nel Comune di Rose.
Un ulteriore intervento è stato realizzato sullo schema Idraulico Macrocioli ricadente negli acquedotti di gestione della Sede Zonale di Trebisacce: Località Destro attraversamento su ponte Manco nel Comune di Longobucco. La prossima settimana prossima avranno inizio alcuni lavori di sostituzione condotta anche su acquedotti di gestione della sede zonale di Bonifati e la sostituzione di un tratto di condotta sullo schema idraulico Abatemarco  in località Carbonella nel Comune di Rota Greca con  tubazione in acciaio Dn 100 per 1 km sulla diramazione per l’utenza capoluogo del Comune di Lattarico e l’utenza  Santa Maria le Grotte nel Comune di San Martino di Finita.

Notizie

Sorical, fiducia nella magistratura sul servizio idrico a Lamezia

Sorical esprime massima fiducia nell’azione intrapresa dalla Procura di Lamezia Terme sulla gestione del servizio idrico della città, consapevole della correttezza della procedura utilizzata nei confronti della Multiservizi dalla quale vanta crediti per 8,8 milioni di euro pari a due anni e mezzo di fatture emesse e non pagate.
La riduzione della fornitura per inadempienza contrattuale attuata dalla Sorical rispetta le modalità e i parametri fissati dalle sentenze del Tribunale amministrativo regionale che si è espresso per vicende analoghe ( Comune di Cosenza e di Scalea).
Nel caso della Multiservizi di Lamezia Terme, Sorical, precisa, di aver ridotto la fornitura nella misura certamente sufficiente a soddisfare il fabbisogno idrico della popolazione residente, nonché dei servizi collettivi presenti sul territorio gestiti dalla Multiservizi. L’entità del fabbisogno è stato elaborato secondo parametri fissati da studi di settore e dalla normativa vigente.
Sorical, inoltre, fa presente che nessuna delle sentenze citate da alcune forze politiche in comunicati stampa ha ritenuto illegittima e quindi vietato l’utilizzo della procedura riduzione della fornitura di acqua per morosità, ma al contrario, il giudice amministrativo ha fissato le modalità di attuazione.
Riguardo il contenzioso in essere con la Multiservizi, la riduzione è avvenuta dopo diversi solleciti di pagamento e più diffide inviate alla società a partire da maggio 2017. Prima dello scioglimento del Consiglio Comunale, Sorical e Multiservizi, alla presenza dell’Amministrazione Comunale, avevano convenuto ad addivenire alla stipula di un piano di rientro dal debito pregresso e all’impegno di saldare alcune fatture correnti entro il 2017 con rate al 31 novembre e 28 dicembre.
Nel corso dell’ultimo incontro con il Commissario del Comune di Lamezia, il Prefetto dottor Francesco Alecci e i nuovi vertici della Multiservizi, Sorical, rappresentata dai commissari liquidatori Luigi Incarnato e Baldassare Quartararo, di fronte alla difficoltà della Multiservizi a pagare alcune delle dieci fatture scadute, ha chiesto la certificazione del debito per poter procedere alla sospensione di ogni azione di recupero dei crediti. A tale richiesta, nonostante le rassicurazioni, non sono giunte risposte.
Sorical, ad oggi, vanta crediti per circa 200 milioni di euro dai Comuni e ha assunto impegni contrattuali verso fornitori, istituti bancari e imprese. Dopo la messa in liquidazione, nel 2012, la società ha raggiunto un equilibrio finanziario per poter continuare a gestire il servizio idrico come da concessione affidata dalla Regione.
Onorare il piano di ristrutturazione del debito, il pagamento dei fornitori di energia elettrica, le imprese di manutenzione e i dipendenti, è l’impegno prioritario dei Commissari liquidatori, ed ogni azione intrapresa è finalizzata a garantire l’erogazione dei servizio idrico fino ai serbatoi di consegna dei 383 Comuni serviti.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archivie o dal dacquando il browser, sotto forma di biscotti. Controlla qui i servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookie tecnici necessari: %s.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Per motivi di perfomance, utilizziamo Cloudflare come rete CDN. Questo salva un cookie "__cfduid" per applicare le impostazioni di sicurezza per ogni client. Questo cookie è strettamente necessario per le funzionalità di sicurezza di Cloudflare e non può essere disattivato.
  • __cfduid

Utilizziamo Quform Plugin per tutti i moduli di contatto sul nostro sito web. Questo memorizza un token di sicurezza.
  • quform

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi