fbpx
Riparato acquedotto per ospedale di Rosarno 83158ede 85b2 45f8 82b3 d54c5e1768a9
In Primo Piano Notizie

Riparato acquedotto per ospedale di Rosarno

È stato ultimato, nel tardo pomeriggio di oggi, un complesso intervento di riparazione della condotta tra il serbatoio Laghi e il serbatoio dell’ospedale di Rosarno, alimentata dallo schema acquedottistico Petrace. L’intervento, coordinato dall’ufficio di zona di Palmi della Sorical diretto dal geometra Antonello Venturino, non ha causato particolare disservizi grazie all’alimentazione in bypass dei serbatoi dall’acquedotto Alaco.
Alaco, Calabretta incontra operai. Ecco il punto sui lavori img 0575
Home In Primo Piano Notizie

Alaco, Calabretta incontra operai. Ecco il punto sui lavori

Il commissario della Sorical, Cataldo Calabretta, ha fatto visita questa mattina al cantiere dell’acquedotto Alaco nel Comune di Brognaturo. Da sei giorni, due imprese specializzate sotto la direzione tecnica degli ingegneri della Sorical stanno lavorando per ripristinare il servizio idrico dopo la rotture di due condotte causate dalla frana di un costone. Il commissario era accompagnato dal geometra Tommaso Laporta, già responsabile dell’ufficio di Catanzaro della Sorical e memoria storica dell’acquedotto avendo lavorato alla sua costruzione negli anni 70 con la ex Casmez e poi con l’ufficio acquedotti della Regione Calabria. Calabretta ha incontrato l’ingegnere Massimo Macri, Capo compartimento centro della società  e il geometra Domenico Isola responsabile dell’ufficio di Vibo. Calabretta si è intrattenuto anche con gli operai, ringraziandoli, per lo sforzo che si sta facendo, lavorando al gelo e sotto la pioggia da sei giorni al fine di garantire il servizio pubblico essenziale.    Il responsabile dell’Ufficio di Vibo, Domenico Isola ha illustrato gli ultimi dati del telecontrollo dal quale emerge che l’adduzione è regime già da ieri sera.  Inoltre Isola ha spiegato che se alcune zone della città ancora non hanno sufficiente acqua ciò è dovuto alle cisterne private dei palazzi che impediscono l’entrata in pressione della rete idrica comunale. Rispetto ai lavori sull’altra condotta Alaco (ramo entroterra e Piana di Gioia Tauro), l’ing Macri ha spiegato che anche questa condotta DN 700 risulta danneggiata in più punti ed è necessario la sostituzione integrale come quella per Vibo. Pertanto si è già provveduto alla rimozione di circa 100 metri di tubazione danneggiata e al posizionamento della nuova. Nella giornata di domani si eseguiranno le saldature e si avvierà la costruzione dei blocchi di ancoraggio. Solo dopo queste lavorazioni sarà possibile erogare l’acqua anche su questo ramo dell’acquedotto. “Sorical – ha detto Calabretta – sta ancora una volta dimostrando di poter gestire non solo gli investimenti per gli acquedotti, ma anche affrontare e risolvere gravi emergenze. Sorical è il candidato naturale per la gestione del servizio idrico integrato della Calabria”. I lavori di oggi sulla condotta Alaco ramo per entroterra Vibonese e Piana di Gioia Tauro
Alaco, seconda giornata di lavori sull’acquedotto e47f968f d568 474c bb9e 6a075386a983
Home In Primo Piano Notizie

Alaco, seconda giornata di lavori sull’acquedotto

Proseguono a ritmo serrato e sotto la pioggia i lavori di ripristino dell’acquedotto Alaco nel tratto che attraversa il comune di Brognaturo e Spadola. Da ieri due imprese specializzate hanno prima costruito le piste di accesso alle condotte e nella giornata di oggi sono stati creati i basamenti dove poter posare le condotteche poi dovranno essere ancorate al terreno.  Questa mattina una prima squadra ha provato a collegare una delle condotte, ma i lavori di saldatura sono stati rallentati dalla pioggiacaduta copiosa e metà mattina. I lavori sono proseguiti fino a notte fonda attraverso l’ausilio di fari alogeni alimentati da un gruppo elettrogeno. All’opera ci sono quattro escavatori e più squadre di operai.  “Occorre sostituire diverse decine di metri di segmenti di condotte che si sono spezzate con il peso dalla frana” – spiega l’ingMassimo Macri che coordina i lavori insieme al responsabile dell’ufficio di zona di Vibo geometra Domenico Isola e al geometra Tommaso Laporta, già responsabile di zona di Sorical, conoscitore dell’acquedotto avendo lavorato alla sua costruzione negli anni 70 con la Casmez – Stiamo posando le nuove che ora devono essere ancorate e saldate. Sui tempi gli ingegneri della Sorical non si sbilanciano, sapendo che dal momento in cui all’Ipot viene riavviato il processo di potabilizzazione e fino a che l’acqua arrivi ai serbatoi cittadini di Vibo e degli altri Comuni ci vorranno diverse ore. Inoltre – aggiunge – non è detto che con i serbatoi cittadini pieni, l’acqua arriverà in tutte le casa perché ci saranno delle abitazione poste ad un livello piezometrico favorevole che riceveranno l’acqua subito, i palazzi nelle zone alte della città saranno alimentati successivamente, solo quando tutta la rete idrica entrerà in pressione.”
Alaco, Sorical illustra piano in Prefettura a Vibo img 0315 scaled
Home In Primo Piano Notizie

Alaco, Sorical illustra piano in Prefettura a Vibo

Sorical ha relazionato in Prefettura a Vibo sulla rottura di due condotte dell’acquedotto Alaco che sta causerà forti disagi alla popolazione dei Comuni serviti. L’ingegnere Massimo Macri, responsabile del Compartimento Centro della Sorical e il geometra Domenico Isola hanno illustrato il piano dei lavori per il ripristino del servizio previsto per l’inizio della prossima settimana. Sorical nel territorio di Brognaturo, in località Monte Petri, ha già aperto il cantiere, costruite le piste per poter accedere con gli automezzi nel punto dove le maestranze dovranno lavorare in sicurezza. In serata sono arrivate anche due tir con le nuove tubazioni.  Sorical sta adoperando due diverse imprese specializzate in lavori acquedottistici e diversi escavatori.  L’ingegnere Macrì ha illustrato il piano di azione: prioritariamente risulta necessario mettere in sicurezza il costone che ha subito oltre 70 metri di movimenti franoso causando sia il distacco di oltre 2 metri della condotta DN 450 – che alimenta la città di Viboe i comuni di Stefanaconi, S. Onofrio e Gerocarne – che il disallineamento di circa dieci metri della condotta DN600, Alacodorsale entroterra, che alimenta anche alcuni comuni della piana di Gioia Tauro, oltre che Brognaturo, Serra S. Bruno, Soriano, Sorianello e San Nicola da Crissa, Mongiana e Fabrizia. Questi lavori sono necessari per ricostituire il letto di posa delle condotte che dovranno essere riallineate secondo la direttrice originaria o bypassate su un tracciato più stabile. Inoltre sarannorealizzati ancoraggi e briglie anche tramite l’ausilio di calcestruzzi con additivi acceleranti.  I ritardi dell’intervento – è stato spiegato – sono dovuti alla difficoltà di rinvenire il punto esatto di rottura. Dopo una notte di sopraluoghi solo questa mattina alle prime luce del giorno, ilpersonale della Sorical ha individuato in una zona impervia la rottura. Sui tempi di ultimazione dei lavori, i tecnici della Soricalnon si sono sbilanciati, ma occorreranno diversi giorni per completare l’intervento. Intanto il Prefetto di Vibo, dottoressa Roberta Lulli, ha coordinatola riunione per affrontare l’emergenza idrica che si è creata. Presente al tavolo il sindaco di Vibo, Maria Limardo, i responsabili dell’Asp, della Protezione Civile Regionale, dei Vigili del Fuoco e della Polizia Penitenziaria. E’ stato attivato già da oggi pomeriggio un servizio di autobotti per assicurare risorsa idrica alle strutture sanitarie e al Penitenziario. Nel complesso sono state attivate 6 autobotti dei Vigili del Fuoco e oltre 10 autobotti più piccole della Protezione Civile Regionale che saranno dislocate in vari punti della città individuati dall’amministrazione comunale.
Abatemarco riparato nella notte, Alaco fermo e7e8a26d 5c0d 4205 b2fd b3046fc10e3a
Home In Primo Piano Notizie

Abatemarco riparato nella notte, Alaco fermo

La condotta Alaco spezzata Sono stati ultimati ieri sera alle ore 23:30 i lavori di riparazione dell’acquedotto Abatemarco e subito dopo è stata ripristinata l’erogazione idrica verso i serbatoi, al momento non si registrano particolari disagi nell’area urbana di Rende e Cosenza. Si presenta invece molto più complessa la riparazione dell’acquedotto Alaco. Dopo la perlustrazione di tutto l’asse adduttore, sospesa solo alle 23.3 di ieri sera e ripresa alle prime luci di questa mattina, una squadra operativa SORICAL ha rinvenuto il punto in cui si è originata la rottura, in una delle aspre vallate poste immediatamente a valle del comune di Serra San Bruno. Una grave frana ha causato la rottura sia del ramo che raggiunge Vibo Valentia sia l’altro ramo che alimenta i comuni della Piana di Gioia Tauro. Il contesto è oltremodo difficile, sia per l’asperità naturale del territorio, sia perché priam ancora di ripristinare la continuità delle condotte si dovrà riconfigurare il pendio franato, realizzando opere di sostegno ed altri interventi.Sul posto sono all’opera le migliori imprese specializzate in questa tipologia di manutenzioni, con mezzi meccanici di adeguata potenza per poter intervenire in sicurezza. Si farà tutto il possibile per ripristinare il servizio quanto prima ma al momento non è possibile fare delle previsioni attendibili.
[object object] Ripristinata erogazione dello schema Alaco alaco
Home Notizie

Ripristinata erogazione dello schema Alaco

Questa notte si è verificato un fermo tecnico dell’impianto Alaco, i tecnici sono intervenuti alle ore 5 e alle 7 l’erogazione è stata ripristinata a pieno regime. Sorical comunica che in tarda mattinata potrebbe verificarsi una riduzione di portata nelle zone alte della città di Vibo.

Domani stop erogazione acqua dall’Alaco Diga dell Alaco 04
Home In Primo Piano Notizie

Domani stop erogazione acqua dall’Alaco

Sorical, Comune di Vibo e la società affidataria dell’appalto della Regione di ingegnerizzazione della rete idrica hanno programmato per domani il fermo dell’erogazione idrica per la citta di Vibo Valentia per consentire l’effettuazione di diversi interventi sia sulla rete di grande adduzione gestita da Sorical, sia sulla rete idrica comunale.

Le imprese di manutenzione, per poter intervenire, necessitano di avere entrambe le reti idriche vuota, pertanto per domani mattina non è prevista l’apertura dei serbatoi.

Il fermo dell’acquedotto Alaco interesserà, oltre la città di Vibo, anche i Comuni di Sorianello, Pizzo, Pizzoni, Gerocarne, Stefanaconi, Sant’Onofro e Ionadi. Sorical procederà alla sostituzione di alcune apparecchiature idrauliche che, una volta in funzione, miglioreranno la gestione dell’acquedotto.

Sulla rete comunale, invece, i lavori consistono nell’installazione di alcune saracinesche al fine di distrettualizzare la rete e rendere più efficiente l’erogazione e i fermi per manutenzione.

I lavori dovrebbero terminare nel pomeriggio e l’erogazione da parte di Sorical verso i serbatoi dovrebbe riprendere dopo qualche ora.

Lunedì sarà aperta la strada provinciale 73 nel Vibonese Gerocarne 1
Senza categoria

Lunedì sarà aperta la strada provinciale 73 nel Vibonese

L’amministrazione provinciale di Vibo Valentia ha comunicato alla Sorical che lunedì sarà parzialmente riaperta la strada provinciale 73. Sorical predisporrà la messa in sicurezza dell’area di cantiere e installerà un impianto semaforico per regolare il senso unico alternato. La strada sp 73 era stata interdetta al traffico da luglio scorso, dopo la frana di una carreggiata a seguito di uno smottamento causato dalla rottura della condotta dell’acquedotto Alaco che attraversa il territorio di Gerocarne. Il commissario della Sorical, Cataldo Calabretta, ringrazia la struttura tecnica della Provincia di Vibo per aver accolto con celerità la richiesta dell’area operativa della Sorical dell’apertura con limitazione del tratto stradale interessato dei lavori di ricostruzione della carreggiata.
Strada franata, Calabretta incontra Nesci [object object] Strada franata, Calabretta incontra Nesci Senza titolo 1
Home In Primo Piano Notizie

Strada franata, Calabretta incontra Nesci

Sorical ha trasmesso questa mattina all’Amministrazione Provinciale di Vibo Valentia una proposta, supportata da una dettagliata relazione tecnica, di revoca della chiusura della strada provinciale 73 e apertura limitata al traffico, con senso unico alternato regolato da un impianto semaforico. E’ quanto ha riferito alla parlamentare del M5S, Dalila Nesci dal commissario della Sorical Cataldo Calabretta, nel corso di un incontro che si è tenuto negli uffici della sede direzionale di Catanzaro. Il 15 luglio scorso, un breve tratto della strada, tra i Comuni di Gerocarne e Sorianello, è franato a causa di uno smottamento a seguito della rottura della diramazione dell’acquedotto Alaco. Sorical, dopo aver riparato la condotta, ha avviato le procedure per ricostruire il tratto di strada danneggiato. I lavori – ha spiegato il commissario alla parlamentare – potranno completarsi non prima della fine di ottobre e per attenuare i disagi delle popolazioni interessate, anche in vista dell’apertura della scuole, Sorical ha chiesto ai tecnici incaricati dei lavori di ricostruzione del tratto in frana, di valutare, in base alle perizie geologiche già eseguite, l’istituzione, già da lunedì prossimo, nella tratta danneggiata un senso unico alternato, regolato da apposito impianto semaforico. La nota tecnica, trasmessa alla Provincia di Vibo, analizza le condizioni di stabilità del corpo stradale nelle condizioni di esercizio limitato al transito sulla sola corsia del lato monte, quello ovviamente opposto al versante franato. Ora ogni decisione è rimessa all’amministrazione provinciale di Vibo Valentia.
Strada provinciale 73, Calabretta rassicura i sindaci su parziale riapertura Gerocarne e1600370433738
Home In Primo Piano Notizie

Strada provinciale 73, Calabretta rassicura i sindaci su parziale riapertura

Sorical rassicura i sindaci di Gerocarne e Soriano Calabro sulla tempistica dei lavori di ricostruzione e consolidamento del tratto della strada provinciale n. 73 Soriano-Mesima, parzialmente danneggiato a causa della rottura della condotta dell’acquedotto Alaco, oggi chiusa al traffico.

Nel pomeriggio, su disposizione del commissario liquidatore, avv. Cataldo Calabretta,  che ha ricevuto diverse sollecitazioni da parte dei rappresentati della istituzioni del territorio, si è fatto il punto sullo stato dell’arte delle procedure adottate dall’Area Operativa della Sorical diretta dall’ingegnere Sergio De Marco.

Sin dal primo istante Sorical ha effettuato la riparazione della condotta, operazione per ovvii motivi prioritaria rispetto a qualsiasi altra attività dal momento che si era venuto ad interrompere completamente il servizio idropotabile ad una popolazione di molte decine di migliaia di abitanti. Contestualmente la società si è immediatamente attivata dapprima per mettere in sicurezza l’arteria stradale e subito dopo per progettare gli interventi e le opere necessarie alla completa riparazione della strada.

 

Le necessarie indagini geologiche hanno dato evidenza del fatto che il corpo stradale è in massima parte poggiato su dei terreni argillosi che rendono alquanto impegnative le opere di fondazione dei muri necessari alla ricostruzione del corpo stradale. I tecnici che abbiamo sin da subito incaricato, un ingegnere esperto in progettazioni stradali e strutturali, supportato da un geologo, ci consegneranno il progetto nella sua redazione esecutiva entro la fine della prossima settimana e Sorical, immediatamente dopo avere esperito le pratiche di rito: deposito c/o gli uffici del Genio Civile e relativa approvazione ed autorizzazione degli uffici tecnici dell’amministrazione provinciale, procederà in via di urgenza all’affidamento dei lavori ad una impresa esecutrice di indiscutibile affidabilità e competenza specifica in tali tipi di interventi.

Nel frattempo, nelle more di realizzare gli interventi definitivi che potranno completarsi non prima della fine di ottobre, per attenuare i disagi delle popolazioni interessate e con il supporto degli stessi professionisti incaricati, si sta valutando la possibilità di proporre alla competente Amministrazione Provinciale di riaprire la strada al traffico, seppure istituendo nella tratta danneggiata un senso unico alternato, regolato da apposito impianto semaforico. SORICAL da parte sua provvederà a mettere ulteriormente in sicurezza il corpo stradale nella parte danneggiata coprendo con degli appositi teli in PVC le sezioni del rilevato interessate dai franamenti ed estendendo sia verso monte che verso valle le barriere di protezione tipo New Jersey  ed inserendo una più robusta recinzione che separi la corsia di marcia di cui si prevede la riapertura dall’area del cantiere in via di installazione.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archivie o dal dacquando il browser, sotto forma di biscotti. Controlla qui i servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookie tecnici necessari: %s.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Per motivi di perfomance, utilizziamo Cloudflare come rete CDN. Questo salva un cookie "__cfduid" per applicare le impostazioni di sicurezza per ogni client. Questo cookie è strettamente necessario per le funzionalità di sicurezza di Cloudflare e non può essere disattivato.
  • __cfduid

Utilizziamo Quform Plugin per tutti i moduli di contatto sul nostro sito web. Questo memorizza un token di sicurezza.
  • quform

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi