Posted on / by Editore Articoli / in Home, In Primo Piano

Assicuriamo acqua potabile e tuteliamo i lavoratori

Fin dall’inizio dell’emergenza Covid-19 in Italia, Sorical ha adottato tutte le misure raccomandate dal Ministero della Salute, dall’Istituto Superiore di Sanità e dal Governo, a tutela dei lavoratori al fine di ridurre al minimo la diffusione del coronavirus.
Dal 24 febbraio 2020 è stato istituito il Comitato aziendale di gestione dell’emergenza di cui fanno parte i Commissari Liquidatori, On.le Luigi Incarnato e Dott. Baldassare Quartararo e i responsabili della funzioni aziendali del Datore di Lavoro, Risorse Umane, RSU /RLS.
Il Comitato ha implementato e aggiornato i protocolli interni del Piano Covid-19, disposto l’acquisto e la consegna, per tempo e a tutti i lavoratori, di idonei dispositivi di protezione individuali, seguendo le disposizioni governative; effettuato la sanificazione dei locali di tutte le sedi, degli impianti e degli uffici dighe della società.
La Società ha stipulato polizza assicurativa “Covid-19” a favore di tutti i dipendenti, a copertura delle conseguenze legate ad un eventuale contagio da coronavirus.
Sempre nell’attuazione del Piano, è stato predisposto l’effettuazione del test diagnostico rapido “Viva Codiv -19” a tutti i dipendenti in servizio.
Inoltre, per quei dipendenti che ne avessero bisogno, dal 26 marzo 2020 è stato attivato anche il supporto psicologico/psicoterapeutico on line, sottoscrivendo apposita convenzione, con la Dott.ssa Antonella Nesticò Responsabile Nazionale dell’area Psicologia/Psicoterapia di Doctorium Medical.
Contestualmente, fin dal 4 marzo 2020, con l’aggravarsi della situazione generale del Paese, è stato avviato per la massima platea possibile di dipendenti, la dislocazione delle attività lavorative in regime di laddove fosse compatibile con le mansioni svolte.
Per il personale, al quale non è stato possibile attivare il lavoro in Smart-Working, è stato predisposto l’incremento salariare con il bonus previsto dal Governo con Decreto “Cura Italia”, più un ulteriore bonus del 20% della retribuzione, da calcolare sulle effettive giornate di lavoro; inoltre, l’attivazione di altri istituti contrattuali, quale la Cassa Integrazione con “codice Covid – 19 nazionale”, anche a tutela dell’istituto delle ferie maturate per l’anno di competenza 2020.
Relativamente alla Cassa integrazione, la società anticiperà il trattamento alle normali scadenza retributive e integrerà il salario al 100%.
Tali misure sono finalizzate all’attuazione del Piano operativo che prevede, al fine di ridurre i possibili rischi di contagio tra operatori e garantire l’operatività della società, l’organizzazione dell’attività di conduzione e manutenzione dei 160 acquedotti regionali, con squadre separate di lavoratori con turni rigidi settimanali.
Sorical, prima ancora che fosse dichiarata la pandemia in Italia – sottolineano i Commissari liquidatori, Baldassere Quartararo e Luigi Incarnato – ha attivato tutte le procedure per affrontare l’emergenza Covid-19, attivando protocolli di sicurezza per i lavoratori, con una differente organizzazione del lavoro, tale da assicurare il migliore il servizio idropotabile possibile per garantire l’approvvigionamento nei luoghi di residenza, di lavoro e di cura della popolazione calabrese. Un grazie va ai nostri dipendenti, ai lavoratori delle imprese appaltatrici di manutenzione, che seppur in emergenza, stanno garantendo il migliore servizio possibile.